Servire (7ª Parte)

Viviane Freitas

  • 1
  • Set
  • 2016

Servire (7ª Parte)

  • 1
  • Set
  • 2016

Settimana scorsa abbiamo parlato della pazienza e come questa virtù é essenziale per la nostra prestazione nell’Opera di Dio, ma soprattutto con il fine di sviluppare la cura con coloro che sono, o possono trovarsi, sotto la nostra cura.

Rispettare la fede, il processo di ognuno, é cruciale, dando così spazio perché lo Spirito Santo completi la Sua Opera, poiché Lui, e solo Lui, ha la responsabilità di convincere riguardo a tutta la Verità.

Questa settimana parleremo del tema: Non aspettare.

Qualcosa che il Signore Gesù non faceva, era esattamente aspettare o dipendera dagli altri per compiere la Sua Missione; per adattarSi al piano del Padre per la Sua vita. Se fosse così, nei nostri giorni, probabilmente, l’umanità aspetterebbe la redenzione! E perché?

Ora vedi il processo di alcuni degli apostoli, prima di essere battezzati con lo Spirito Santo:

        • Pietro non capiva le parole del Signore Gesù: “Pietro gli disse: «Tu non mi laverai mai i piedi». Gesù gli rispose: «Se non ti lavo, non avrai nessuna parte con me».” (Giovanni 13:8)
          Oltre a questo, nonostante sia stato affianco a Gesù, durante la Sua cattura, Lo avrebbe negato tre volte prima che il gallo cantasse (Giovanni 13:37-38);
      • Tommaso ha camminato sempre con Gesù, e anche così rivelava incredulità al domandare il Suo destino e provenianza: “Tommaso gli disse: «Signore, noi non sappiamo dove vai; come dunque possiamo conoscere la via?».” (Giovanni 14:5);
    • Filippo non ha riconosciuto Gesù come il proprio Dio; come Uno con il Padre, nonostante abbia testimoniato il Suo carattere e miracoli:
      “Filippo gli disse: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gesù gli disse: «Da tanto tempo io sono con voi e tu non mi hai ancora conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre; come mai dici: “Mostraci il Padre”?” (Giovanni 14:8-9)

Pensa se il Signore Gesù dipendesse dalla qualità di fede dei Suoi apostoli, per afettuare la Sua Opera?! Ma Lui vedeva oltre..
Non aspettava la fede dei discepoli o di terzi, ma sapeva che Lui stesso doveva stimolare la fede di ognuno, affinché rimanessero fermi fino al compimento della promessa.

A volte, creiamo determinate “aspettative” in relazione a qualcuno o a qualcosa. Mettiamo la nostra forza per prenderci cura di una persona o di una responsabilità; aiutiamo, diamo il “massimo” di noi, ma quando non siamo corrisposti con lo stesso “livello” di consegna, ci sentiamo frustrati… Pensiamo che il nostro lavoro é invano e abbiamo la tendenza di vacillare.

Ma veda amica, Gesù non ha mai aspettato per nessuno! Al contrario, ha orientato, ha guidato, ha esortato e ha curato, senza compromettere la Sua responsabilità! Ed era questo che Lui faceva, di continuo.
Prima di consegnare la vita – letteralmente – prima di versare il Suo sangue, Lui Si é dato per intero a coloro che Dio ha confidato la Sua cura, senza aspettare di ricevere niente in cambio… fino alla fine. Questa é la vera essenza del SERVIRE!

E così, non aspettando, li insegnava con il Suo proprio esempio, al lungo del tempo che sono stati insieme: comandando di alzarsi ad un uomo che era malato da 38 anni (Giovanni 5:5); perdonando una donna colta in flagrante adulterio (Giovanni 8:19); dicendo al cieco di lavare i suoi occhi nella vasca di Siloé, pulendolo dalla sua cecità (Giovanni 9:7); resuscitanto Lazzaro (Giovanni 11:34), tra tutti i miracoli e manifestazioni di fede.

“Mentre ero con loro nel mondo, io li ho conservati nel tuo nome; io ho custodito coloro che tu mi hai dato, e nessuno di loro è perito, tranne il figlio della perdizione, affinché si adempisse la Scrittura.” (Giovanni 17:12)

Non aspettare, non dipendere, per fare ciò che deve essere fatto! Sia in relazione a chi ti prendi cura o anche dei tuoi compagni di Opera…

Indipendentemente da quello che gli altri pensano o fanno, o del tempo che hanno tardato a capire o a fare, compi la tua parte: SERVI!

Série: Opera di Dio

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*