Serve in allerta – Struttura spirituale

Luísa Texeira

  • 15
  • Ago
  • 2019

Serve in allerta – Struttura spirituale

  • 15
  • Ago
  • 2019

Dopo l’annuncio dei Dieci Comandamenti, il popolo vide la manifestazione di Dio, che suonava in modo imponente e sovrano.

Ora tutto il popolo udiva i tuoni, il suono della tromba e vedeva i lampi e il monte fumante. A tale vista, il popolo tremava e si teneva a distanza. Perciò essi dissero a Mosè: «Parla tu con noi e noi ti ascolteremo, ma non ci parli DIO perché non abbiamo a morire». Mosè disse al popolo: «Non temete, perché DIO è venuto per provarvi, e affinché il timore di lui vi sia sempre davanti, e così non pecchiate». Il popolo si teneva dunque a distanza, ma Mosè si avvicinò alla densa oscurità dov’era DIO. Esodo 20:18-21

La reazione del popolo ha rivelato il loro stato spirituale. La gente viveva in modo indisciplinato, pieno di manie e contaminato dallo “spirito egiziano”, quindi non potevano sopportare tale Santità e la Direzione del cielo. Era un abissale contrasto tra le leggi di Dio e una vita senza legge.

Per questo motivo, si ritirò perché non aveva una struttura spirituale.

È importante valutare la nostra reazione a una direzione che viene da Dio contraria alle nostre abitudini. Chi è dello Spirito non teme il rimprovero; al contrario, lo vede come uno strumento per perfezionare il suo Timore di Dio.

Tutta quella grandezza che Dio manifestò nel Sinai fu un risveglio di Santità e Timore in quella gente.

Come ci posizioniamo davanti alla volontà di Dio?
Andiamo via o facciamo come Mosè, che venne nell’oscurità dove era Dio?
Lo ha fatto perché aveva completa fiducia in Lui!

Questo testo è per riflettere oggi e sempre.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*