Serve in allerta – Non sacrificherai

Luísa Texeira

  • 30
  • Mag
  • 2019

Serve in allerta – Non sacrificherai

  • 30
  • Mag
  • 2019

“NON immolerai all’Eterno, il tuo DIO, bue o pecora o capra che abbia alcun difetto o deformità, perché sarebbe cosa abominevole per l’Eterno, il tuo DIO.” Deuteronomio 17:1

Il bue significa il sacrificio più grande, più pesante, più robusto, che può simboleggiare le opere che chiamo l’attenzione a occhio nudo. Così come è predicare sull’altare, fare riunioni, essere responsabile di una determinata area dell’Opera di Dio, infine, tutto ciò che può coinvolgere apparenza, immagine, posizione… in altre parole, esteriorità.

Ma, se in quest’offerta c’è un’intenzione personale, inganno, malizia o vanità, allora è già perversa. E per quanto si ben vista davanti a tutti, Dio non accetta il sacrificio.

E la pecora, che può essere?

Possono essere le cose semplici, come per esempio, il modo come indosso il mio uniforme, come mi preparo per la riunione di collaboratori, come pulisco la casa di Dio, o anche come servo la Santa Cena. Forse sono “cosette” che nessuno vede, ma l’interiore è pieno di indifferenza e e non v’è reverenza per Dio. Non c’è più cura di vegliare la chiamata come all’inizio, al contrario, c’è un disprezzo camuffato da un’immagine falsa che tutto va bene, ma ogni giorno ti allontani di più dalla volontà di Dio.

Che segno!

Quando ho letto questo versetto, mi è venuto un grande timore. Soprattutto in relazione al “piccolo bestiame” che sono i piccoli dettagli, che possono sottilmente passare inosservati ai nostri occhi e che sono nel più intimo del nostro essere.

Vedi che è scritto di NON sacrificare, perché Dio non accetta. Dio odia questa offerta. Immagina Dio che odia ciò che stiamo offrendo. Così serio, non è vero? Non abbiamo la dimensione della serietà, ma abbiamo il potere di obbedire all’ordine dato da Lui!

Approfittiamo di questo digiuno di Daniele per svuotare il nostro essere da tutte le impurità e riempirci dello Spirito Santo, perché solo Lui ci permette di offrire l’offerta perfetta a Dio!

Avevi già pensato a questo? Cosa ne pensi?

Lascia il tuo commento.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*