Serve in allerta – Che spreco!

Luísa Texeira

  • 6
  • Giu
  • 2019

Serve in allerta – Che spreco!

  • 6
  • Giu
  • 2019

Come un anello d’oro nel grugno di un porco, così è una bella donna senza senno. Proverbi 11:22

Alcuni giorni fa, ho riflettuto più profondamente su questo proverbio che è così parlato e conosciuto dalla stragrande maggioranza delle donne cristiane. Ho sempre preso questa analogia del re Salomone sul lato comportamentale della donna, perché non basta la bellezza fisica se non c’è discrezione. Così è un anello d’oro nel grugno di un porco. Che spreco, non è vero ?!

Tuttavia, Dio mi ha fatto vedere questo versetto da un’altra sfaccettatura. In primo luogo, mi sono chiesa: perché questo confronto con il maiale? Il maiale è un animale disordinato, sudicio, inquieto, quasi ansioso, puzzolente e distruttivo, mangia tutto ciò che ha davanti. Non ho niente contro il maiale! C’è chi sostiene che il maiale non sia così, ma chi ha allevato maiali conosce molto bene questa realtà. Puoi fare il bagno al maiale e persino lasciarlo pulito, ma, alla fine di tutto, tornerà nel FANGO. Quando va al macello, non c’è nessuno che sopporti le sue urla e la sua ribellione, fa un rumore assordante; è completamente l’opposto dell’agnello, che, muto, passa attraverso la morte.

Portiamo ora questo paragone alla nostra vita. Ogni giorno siamo purificati dalla Parola del nostro Dio. Quando ascoltiamo la Sua direzione, è come l’acqua che ci lava della nostra sporcizia spirituale, delle nostre indiscrezioni che arrivano in varie forme.
Si noti che l’indiscrezione è associata a comportamenti come:

  • Pettegolezzi (a chi piace parlare della vita degli altri)
  • Egocentrismo (pensa solo a se stessa e nelle sue responsabilità, non le piace condividere)
  • Sconveniente (non sa il suo posto, parla tanto e senza pensare, nel momento sbagliato, fa scherzi di cattivo gusto)
  • Curiosità (vuole sapere tutto, anche quello che non le conviene)
  • Ansietà (vive inquieta e preoccupata con il domani, per questo è molto agitata)

Nel momento in cui agiamo in questo modo, stiamo tornando alla “pozzanghera” e ci assomigliamo, che ci piaccia o no, al porco con l’anello d’oro nel grugno, poiché conosciamo la verità, tuttavia non obbediamo alla Parola di Dio, che è questo gioiello prezioso. Ciò che Dio spera da noi è che ci manteniamo pulite costantemente e che non siamo trascinate dalla inclinazioni carnali.

Un altro insegnamento che abbiamo da questo paragone è in relazione al nostro comportamento quando andiamo al “macello”, ossia, il momento in cui siamo messe alla prova. Che “macello” può  essere dentro la realtà dell’opera di Dio?

  • Perdere una responsabilità;
  • Affrontare una presunta ingiustizia;
  • Non essere considerata ;
  • ecc.;

É in questo momento che dobbiamo osservare la nostra reazione, poiché essa ci mostra a chi in verità ci assomigliamo: al porco o all’agnello. Se non accettiamo, “urliamo” e ci ribelliamo, sappiamo già chi siamo!

Possiamo essere molto belle con l’uniforme e avere dentro un’indiscrezione in segreto!

Sei tu che decidi di prendere quest’opportunità di essere di fatto questa bella donna, come un gioiello, che Dio creò per essere!

Sarà che è stato chiaro? Hai capito quest’ALLERTA che viene da Dio? Lascia il tuo commento!

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*