PIANTANDO LA FEDE

Josiane Bocolli

  • 26
  • Dic
  • 2015

PIANTANDO LA FEDE

  • 26
  • Dic
  • 2015

Siamo arrivati all’ultimo post su “Come crescere figli per Dio nella pratica”.

Nel nostro treppiede, abbiamo già parlato della giustizia, della misericordia e ora è arrivato il turno della Fede.

La Parola di Dio ci insegna che:

“vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà; e niente vi sarà impossibile.” (Matteo 17:20)

Hai già visto un granello di senape? E’ minuscolo, così piccolo che quando l’ho visto per la prima volta, non credevo che la mia fede fosse più piccola di questo. Se al lungo del tempo riusciamo a costruire nei nostri figli una base di Fede della dimensione di questo puntino nero chiamato “granello di senape”, loro faranno miracoli mai visti finora!
Ci hai già pensato?

Però, se la loro fede non è “di questa dimensione” ma capace di fare che loro “credano in quello che ancora non vedono”, saranno grandi vincitori.

Infine, la fede non è un sentimento, ma la certezza, qualcosa così piccolo e semplice e allo stesso tempo così forte e potente.

Nella pratica, non c’è un’altra maniera di insegnare la fede se non praticandola, ossia, tu come mamma devi approfittare le opportunità nella vita di tuo figlio, e nel momento della necessità insegnargli a usare la sua fede, pregando, credendo che Dio gli risponderà e lo fortificherà, fino a quando si compirà quello che desidera. Ho dato un esempio di come ho insegnato mio figlio nel post “perdonerò”, dove abbiamo pregato, abbiamo perseverato e creduto che Dio avrebbe cambiato quella situazione. Quando Dio gli ha risposto, gli è bastato e ha imparato il cammino. Di questa maniera quando Gabi era malato e pregavamo, ungevamo e gli dicevamo, guardando nei suoi occhi: “non hai più niente, sei curato!” e conseguentemente agivamo normalmente con lui. Giorno dopo giorno abbiamo vissuto così, e Gabi è stato curato, ha imparato così bene che ogni volta che sente dolore, la prima cosa che fa è chiedere una preghiera, e una volta che ho avuto bisogno di prendere una medicina, mi disse: “No mamma, non c’è bisogno, preghiamo!”

Ogni istante possiamo insegnare ai nostri figli a vivere la Fede, usando problemi quotidiani, tanto nelle nostre vite come nella loro, ma per questo.. Io devo vivere questa fede!

Cara amica e mamma, la definizione di fede è:

“Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono” Ebrei 11:1

Se hai questa fede, allora iniziamo credendo che tuo figlio servirà Dio, che sarà giusto e misericordioso, anche se si trova molto distante, nel mondo o è ancora molto piccolo. Usa il tuo “granello di mostarda”, semina, irriga, rafforzalo affinchè non si pieghi, e sempre che lo guarderai vedilo servendo! Un giorno racconteremo la nostra testimonianza e i nostri figli si incontreranno sull’Altare o nelle nuvi.

Nella Fede!

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*