Tornando al Passato – 71ª Parte

Viviane Freitas

  • 13
  • Giu
  • 2017

Tornando al Passato – 71ª Parte

  • 13
  • Giu
  • 2017

Le difficoltà che avevo con il mio portoghese e con questa nuova sfida, erano continuamente presenti.

Ma così come le difficoltà persistevano, anche la mia fede insisteva. In quello che potevo, facevo. Alcune cose che facevo per sviluppare contrariavano la mia volontà. E una di quelle, era guardare i programmi per fare le correzioni. Non del portoghese ma del tema.

Oltre a pregare, ero disposta a imparare con chi voleva insegnarmi. Volevo imparare, chiunque mi avesse aiutato, dovevo sviluppare per onorare e glorificare a Dio. Quest’onore a Dio non era collegato alle mie emozioni. Niente di questo. Al contrario, avevo la coscienza che indipendentemente di chi si sarebbe trovato con me, dovevo imparare ad aggiustarmi. Perché è così l’Opera di Dio.

E sai di una cosa? L’Opera di Dio non può fermarsi a causa dei miei conflitti. Io devo superare e anche così passare vita. E sono in questi conflitti che impariamo a esercitare la fede. E per me esercitare è sempre una scoperta, non c’è un manuale per questo.

Con le difficoltà c’è anche una grande opportunità di costruire un’amicizia. C’era una moglie che era Africana che ha iniziato a fare il programma. Lei non parlava il portoghese perché aveva studiato ma con la convivenza con i pastori. Però lei era un distacco ai miei occhi. Anche se c’era un’altra moglie che era portoghese, e parlava molto bene. Tutti noi avevamo gli stessi conflitti iniziali. Ma eravamo lì, ogni settimana combattendo la nostra carne, volontà e pensieri negativi.

E così abbiamo costruito un’amicizia molto bella! Anzi nella Chiesa Universale si costruisce sempre. Anche con la moglie che non ha avuto pazienza alcune volte, ho visto in lei pazienza per altre cose. Chi approfitta queste difficoltà, aggiusta i suoi errori e impara anche a capire gli altri. Così è la fede viva. Lei sostiene non per favorire emozioni ma per fare ciò che è giusto.

A causa del Programma Cose di Donne, non investivo nell’inglese. Facevo la scelta di quello che era più importante in quel momento..

Con la fede, stavo scoprendo a lanciarmi in un’area ogni volta. Esercitando la fede, vigilare, tentare, scopriamo gli errori e li aggiustiamo. Mentre esercitiamo, migliorando ogni passo e così costruendo quello che non esiste. E con questo allarghi la tua visione per le cose, perché non fuggi dalle sfide.

Le sfide mi hanno aiutato a creare più dipendenza da Dio. E ti porta a guardare in modo diverso perché non rimani nello stesso livello dove ti trovavi.

È meraviglioso partecipare della fede che Dio ci da, usandola e imparando con questa.

Série: Il Mio Diario

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*