Tornando al Passato – 54ª Parte

Viviane Freitas

  • 20
  • Set
  • 2016

Tornando al Passato – 54ª Parte

  • 20
  • Set
  • 2016

Avevo sete di servire meglio Dio. Non solo con il titolo di moglie di vescovo. Questo non era tutto.

C’era qualcosa che stava mancando e dovevo scoprirlo. La mia credenza in Dio era reale e vera. Se non c’è qualcosa che non sta funzionando è perché qualcosa non sta bene.

Di tanto in tanto quando avevamo alcune riunione interne con alcuni leader spirituali, e in queste riunioni mi trovavo sempre con mia sorella e mia madre. Ed era qui che il conflitto diventava ancora più grande, perché invece di stare molto felice, rimanevo triste. Triste perché ero sempre contrariata da mia sorella e mia madre. Per me, non era facile.

Mentre altre mogli, che non erano contrariate, al mio punto di vita, vivevano le loro vite in modo che approfittavano bene il tempo lì, io mi indagavo: “Per quale motivo sempre, quando devo venire in queste riunioni, mi sento triste? Perché per me deve essere così?” sembrava che nessuno capiva ciò che accadeva con me, eccetto mia sorella, che da lontano mi capiva.

C’erano sempre queste riunioni, e ascoltavo sempre consigli da parte di mia sorella e da mia mamma, diretti a me. E sinceramente, in quel periodo, era un’offesa ascoltare certe verità, perché il problema peggiorava ancora di più.
Ma in fondo, questi consigli stimolavano di più la mia ricerca, e mi faceva, con sincerità, “cacciare” per avere il risultato.

In uno di questi viaggi missionari, di riunioni, mia sorella commentò a rispetto di un libro, chiamato “Amor Redentor” di Francine Rivers.

Non avrei mai osato di cercare un libro, perché ho sempre rispettato l’idea che dovevamo solo coinvolgerci con la lettura della chiesa, per non mischiare “vini”. Ma essendo che veniva da parte di mia sorella, ho accettato di leggere. E quando ho letto, mi sono identificata nel libro. Non mi sono staccata dal libro fino a finirlo, essendo che anche mio marito ha chiesto di leggerlo.

E questo è stato un passo… dopo ha commentato a rispetto di un altro, che sarebbero 3 volumi molto grossi, di una serie. E questo libro ha stuzzicato ancora di più la mia sete di incontrare.

Tuttavia, dopo aver letto il primo libro, che parlava di una prostituta, ho avuto il desiderio ardente di aiutare queste donne, che sono l’opposto della mia realtà. E che in verità, molte di loro, sono lì perché non hanno avuto un’altra scelta.

Ho letto questo libro con alcune donne in chiesa, tutte le domeniche pomeriggio. E da lì sono sorte idee di andare dove si trovavano.

C’era una donna in chiesa che era un’ex-prostituta, la quale era in processo e veniva con suo marito. In quest’epoca, i due lavoravano per vendere pranzo alle donne del bordello. I due stavano amando il lavoro che Dio stava facendo nella loro vita. E ci hanno dato l’opportunità di andare con loro, fino al locale, per avere accesso a quelle donne.

All’inizio, sono andata io e una moglie chiamata Patricia. Stavamo creando modi per avere più accesso ad esse. Abbiamo scritto una lettera come se fosse la prostituta parlando con Dio, cercando di trovare un’uscita. E da lì è iniziato il nostro lavoro di andare in luoghi più remoti.

Nel prossimo post, racconterò di più.

Série: Il Mio Diario

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*