Tornando al Passato – 52ª Parte

Viviane Freitas

  • 6
  • Set
  • 2016

Tornando al Passato – 52ª Parte

  • 6
  • Set
  • 2016

Che dire della Spagna?

E’ stato il primo paese dove mio marito era il responsabile. Ed é stato di grande valore per imparare tante cose.

Nei posti dove vado, mi piace vedere tutto per organizzare nel modo migliore. Poiché io, in particolare, non credo molto di sviluppare in un luogo senza avere nozione di tutto ciò che esiste. Poco a poco, ho rimosso le cose antiche che non erano più usate, e allo stesso tempo pulendo, nella misura del possibile.

Mi ero stancata di ascoltare mio marito arrabbiato ogni volta che pulivo in dettaglio, il pavimento e altre cose. Rendendomi conto che a lui non piaceva, mi animavo di più quando non si trovava vicino, per poter fare tutto nel modo migliore, prima che lui veda e si arrabbi con me.

Mentre stavo facendo le cose, le mogli volevano anche partecipare. Sai che una volta che sei coinvolta nel lavoro, e lo fai con piacere, altri si interessano a fare la stessa cosa che fai. Ed era così che, pian piano, formavo, senza rendermi conto, le altre mogli a fare la stessa cosa nelle loro chiese.

A me, non importa il tipo di lavoro, lo farò nel modo migliore con allegria. E non lo faccio per dimostrarlo a qualcuno, lo faccio perché davvero mi piace lasciare le cose organizzate e pulite. Facendo così, la mia vita é più pratica. E io amo la praticità, la quale facilita molto nell’Opera di Dio, poiché non sappiamo nemmeno il tempo che rimarremo in un posto. L’organizzazione é fondamentale. E ci aiuta anche, quando arrivano gli imprevisti nella nostra vita.

E davvero tutto ciò che stava accadendo mi avrebbe aiutata più avanti.
Seguendo il blog, vedrai che i dettagli, e tutto quello che affrontiamo, ci aiuta più avanti.

Trovarsi in una chiesa fuori dal Brasile é un insegnamento molto grande, perché non c’é nessuno con cui contare, poiché la chiesa é più piccola in questi posti. Non ci sono molte persone disponibili per aiutarti. Allora rimane questa grande opportunità di far parte di cose più semplici.

Solo perché capisca quanto é importante partecipare delle cose più semplici, vi racconterò di una cosa che é successo nell’epoca di Maria, quando era incinta del Signore Gesù, e l’angelo era andato a parlare con Giuseppe. Veda ciò che ha detto a Giuseppe:

Matteo 1:20-23

“Ma, mentre rifletteva su queste cose, ecco che un angelo del Signore gli apparve in sogno, dicendo: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria come tua moglie, perché ciò che è stato concepito in lei è opera dello Spirito Santo.
Ed ella partorirà un figlio e tu gli porrai nome Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai loro peccati».
Or tutto ciò avvenne affinché si adempisse quello che era stato detto dal Signore, per mezzo del profeta che dice:
«Ecco, la vergine sarà incinta e partorirà un figlio, il quale sarà chiamato Emmanuele che, interpretato, vuol dire: “Dio con noi”».

Dio, nella Sua grandezza, ha presentato il Suo proprio Figlio per venire. Lui non solo ci ha comandato a fare le cose là dell’alto, ma ha partecipato di tutto, e di tutto il processo.
Non é bello?

Per questo é scritto che il Suo nome é Emmanuele, che é tradotto: Dio con noi.

Semplicemente belle, le cose semplici che Dio ha fatto per tutti noi. E quando facciamo qualcosa di semplice, non é nessuna offesa, ma deve essere piacevole. Servire é un investimento nella mia propria persona; é così che vedo. Ho bisogno di servire per imparare ad uscire da qualsiasi egoismo.

Série: Il Mio Diario

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*