Tornando al Passato – 34ª Parte

Viviane Freitas

  • 4
  • Apr
  • 2016

Tornando al Passato – 34ª Parte

  • 4
  • Apr
  • 2016

Tante cose stavano accadendo, che alla fine sono state proficue per la mia vita spirituale.

Niente e nessuno poteva riempire la nostalgia che avevo dei miei figli. Ma è stata nella loro assenza che ho cercato, in modo assiduo, a Dio.

È stato molto proficuo questo periodo. Ho cercato di stare con persone che potevano aiutare. Normalmente le donne si perdevano nei loro assunti con temi che non erano il mio obiettivo. Volevo tanto imparare, volevo tanto ascoltare la voce di Dio. Allora feci alcune scelte in funzione della necessità che “urlava” dentro di me. Cercavo di rimanere vicina a Julio, quando lui si trovava vicino ai pastori, per ascoltare cose edificanti. E loro avevano sempre ispirazioni, erano trattati assunti spirituali. Amavo stare tra di loro per imparare. E consideravi tantissimo il mio tempo con loro. È ovvio che mi avvicinavo, solamente quando Julio stava con loro.

E vi dirò: questo alimentava la mia necessità di imparare. Tuttavia, con le donne, erano poche le volte che parlavano di temi che mi aiutavano, poiché sai come siamo noi donne, parliamo di tanti argomenti, ma in fondo, quando non ci sono dolori ne necessità, si parla di cose superflue.

La mia situazione mi faceva vedere quanto era necessario avere qualcuno che agisse e vivesse la fede. Cercavo aiuto o qualcuno che mi ispirasse e mi disse animo.

Ero l’unica donna tra i pastori. Rimanevo lì, anche se non ero invitata, solamente per ascoltare e imparare cose spirituali. Io non mi preoccupavo di quello che pensavano di me altre donne poiché non mi trovavo insieme a loro. Il mio tempo era un’opportunità di portare all’esistenza quello che cercavo incessantemente. Dovevo assumere questo davanti a me e agli altri.

Nel momento del dolore, ci sentiamo soli. E in realtà, siamo davvero soli. Solo che quando non abbiamo dolori, non vigiliamo e non siamo a caccia di qualcosa di più grande. Lasciamo passare le nostre opportunità.

In quel tempo di dolore, c’era una grande opportunità che qualcuno faccia storia nella mia vita, ma purtroppo non c’era nessuno. Tutte le persone stavano vivendo le loro vite.

Questo sembrava un film che stavo guardando. Per quanto sentissi dolore, riuscivo anche a vedere il ruolo di come una donna di Dio doveva fare.

Questo è molto importante da conservare, perché questo farà parte del mio percorso di fede più avanti. E voi capirete molte cose perché ho passato tutto quello che ho passato.

Série: Il Mio Diario

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*