La vita di Giacobbe – 6º giorno

Viviane Freitas

  • 13
  • Nov
  • 2017

La vita di Giacobbe – 6º giorno

  • 13
  • Nov
  • 2017

Questo è il sesto giorno della vita di Giacobbe, che stiamo seguendo nel Blog.

“Poi suo padre Isacco gli disse: «Ora avvicìnati e baciami, figlio mio».
Egli s’avvicinò e lo baciò. E Isacco sentì l’odore dei vestiti, e lo benedisse dicendo: «Ecco, l’odore di mio figlio è come l’odore di un campo, che il SIGNORE ha benedetto.
Dio ti conceda la rugiada del cielo, la fertilità della terra e abbondanza di frumento e di vino. Ti servano i popoli e le nazioni s’inchinino davanti a te.
Sii padrone dei tuoi fratelli e i figli di tua madre s’inchinino davanti a te.
Maledetto sia chiunque ti maledice, benedetto sia chiunque ti benedice!»”
(Genesi 27:26-29)

6ºGiorno – La benedizione di Giacobbe 

La benedizione di Dio è completa, partendo da dentro ed estendendosi nell’area esterna. L’interiore passa ad essere curato da Dio e tutto ciò che accade nella tua vita, è per il tuo bene, in modo che capisca i piani di Dio e abbia la sua stessa visione.
In tutto quello che Giacobbe avrebbe fatto e ovunque mettesse la mano, sarebbe stato prospero. Sarebbe stato ben pagato e desiderato da tutti, poiché trasmetteva qualcosa di speciale, aveva la risposta, restituirebbe quello che era necessario.

La persona che ha la benedizione di Dio non fa soltanto ciò che gli compete, per obbligazione, ma lo fa, in tal modo, che le opere delle sue mani, naturalmente diano frutti.

“…abbondanza di frumento e di vino.”

Avrà una vita benedetta nell’area economica, ma riconosce che l’area spirituale è ciò che da la base e la stabilità a questo tipo di benedizioni. C’è l’equilibrio in entrambe le parti.

Ci sono esempi del quotidiano – nella società- delle persone di successo, come gli artisti, cui condizione finanziaria è prospera, ma non hanno l’abbondanza e l’esuberanza di essere un esempio di rivoluzione per gli altri. E non mi riferisco alla rivoluzione della moda o popolarità, ma alla trasmissione della vita. Questo è avere vita in abbondanza!

Chi ha soltanto la benedizione finanziaria, mancando l’area spirituale, è come il cibo senza sale, anche se è abbondante. Ma quando si è la propria benedizione, non solo la parte esterna è benedetta, anche interiormente si ottiene la realizzazione. Sì, perché a livello interiore, è necessario avere la visione, la forza per rimproverare i pensieri negativi, per lottare e sacrificare… Esige da sé carattere e stabilità nell’ambito spirituale.

Immaginati essere di successo finanziariamente, ma essere una persona squilibrata, che non va d’accordo con nessuno, vivi male con la vita, ecc. Esistono vari fattori che collegano la parte fisica e spirituale: Se mantengono soltando la parte religiosa, non c’è fede o conquiste, e se rimangono solo nell’area fisica, soffre la necessità primordiale, che è l’equilibrio interiore. Entrambe camminano insieme.

“Ti servano i popoli e le nazioni s’inchinino…”

Devono vedere in te un esempio, seguire la tua testimonianza e rispettarti per questo. Non solo osservare prosperità e conquiste, ma l’esistenza di valori, di verità, di qualcosa di completo. Portare all’esistenza ciò che molte persone stanno cercando.

Questo è avere la benedizione di Dio! Avere la risposta dentro di sé.

“…Sii padrone dei tuoi fratelli e i figli di tua madre s’inchinino davanti a te.…”

Le persone ti riconoscono; non si sottomettono a te per obbligazione, ma per la tua testimonianza. E’ totalmente differente! Non è per il titolo che si sottometteranno a te, ma per la vita, per i frutti che evidenzi. Questo è avere la benedizione di Dio.

“…Maledetto sia chiunque ti maledice, benedetto sia chiunque ti benedice!…”

Chi si opporrà a te, sarà maledetto. Non è che tu devi fare giustizia o giustificarti. Chi è la propria benedizione, non ha bisogno di preoccuparsi con la parte che aspetta a Dio, che è difenderti e risolvere la questione che ti oltrepassa.

Coloro che si oppongono a te, saranno contro il proprio Dio. E quelli che assumeranno la fede, per mezzo della tua testimonianza, saranno tanto benedetti quanto te.

Vedi, amica, come la benedizione di Dio è estesa e completa. Era la benedizione che Giacobbe doveva conquistare, perché diventasse reale. Il padre lo benedisse, ma lui doveva, ancora, pagare il prezzo, perché questa diventasse reale nella sua vita.

Rimaniamo qui… Medita nella tua propria vita, affinché, tiri conclusioni e benefici da questi versetti biblici.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*