GIOVANI “SUPER DOTATI”

Silvia Alvarenga

  • 21
  • Dic
  • 2015

GIOVANI “SUPER DOTATI”

  • 21
  • Dic
  • 2015

Con un QI sopra i 130 punti, capace di suonare qualsiasi strumento musicale, dotata di risolvere qualsiasi problema, con una capacità di ragionamento accelerato. 

Così sono le giovani superdotate in società.

Ma esistono anche giovani “superdotate” nell’Opera di Dio, persone cui parole non ispiratori, sono super responsabili e anche mature per la loro età, fanno tutto con eccellenza. Sappiamo che non sono perfette ( nessuno lo è) ma i suoi difetti non sono così rilevanti.

D’altronde, normalmente, come si vede una giovane “superdotata”?

Isolata. non hanno pazienza per convivere con gli altri, sono tutti molto lenti e disinteressati. I libri diventano la sua migliore amica, perché le danno quello che la fanno sentire tanto speciale: il conoscimento.

Non si sente comoda in nessun ambiente. perché nessun ambiente da valore a quello che ha da dare.

Non si comunica bene. poiché nessuno capirà ne vedrà la maniera che lei vede e prenderanno conclusioni sbagliate riguardo a quello che ha detto.

Intollerante. Quando vede un errore in qualcuno pensa che quell’errore sia gravissimo. Poiché se è riuscito a raggiungere l’obiettivo come non può riuscire l’altra persona?

Ma l’intelligenza e il conoscimento non dovrebbero essere buone cose da coltivare? Non dobbiamo investire nelle nostre abilità? Non è stata data da Dio l’intelligenza? Sarà che per essere felici e gradire Dio dobbiamo essere ignoranti, senza studio, limitati nel nostro intelletto, senza nessuna abilità?

Chiaro che no!

Dio ci ha dato l’intelligenza, capacità di risolvere i problemi, insegnandoci a prendere in considerazione le nostre abilità; Lui ci ha promesso la sua mente!

“Infatti chi ha conosciuto la mente del Signore per poterlo ammaestrare? Or noi abbiamo la mente di Cristo.”

1Corinzi 2:16

Gesù è stato l’esempio di una persona “superdotata”.

Riesci ad immaginare che cos’è la mente di Cristo? La mente più superdotata di tutti i tempi!! Che vede il passato, il presente e il futuro; che vede soluzione dove solo esistono problemi, una mente rivoluzionaria!!! Ora immaginaLo, con tutta la saggezza, potere e intendimento, vivere qui in Terra in un corpo debole, che si stanca e ha fame, e convivere con persone ignoranti, difficili da capire e che non riescono a vedere la visione che Lui cercava di mostrare.. Sai come ci è riuscito? LUI è STATO UMILE!!

Nonostante Lui convivesse con persone incolte, che vedevano solo quello che stava davanti ai loro occhi e che volevano solo quello che era fisico, Lui non si isolò;

Anche essendo di una famiglia povera nella terra e Re dei Rei in Cielo, Lui si sedeva in tavola con poveri e nobili e non si è mai tirato indietro o si è nascosto;

Anche avendo una mente che vedeva tutto profondamente, le Sue parole erano semplici e dirette, al livello delle persone che stavano ascoltando;

Un altro dettaglio che mi meraviglia in Lui: Gesù aveva avvisato Pietro che l’avrebbe tradito, Pietro che aveva garantito che non sarebbe mai successo, e finì per accadere. Ha sbagliato! e cosa fece Gesù? Rimase triste, frustrato, intollerante con Pietro? In nessun modo! Con tanta pazienza, Lui non solo accettò Pietro come lo fece il primo leader della Sua Chiesa.

Quando la persona ha capacità, ma non ha umiltà, sarà sempre inutile per Dio. Il suo fuoco è sbagliato. Sta costruendo una fortezza con pietre indistruttibili, senza buchi o difetti, la muraglia perfetta.. ma all’interno della città! Ovvero, non ha qualsiasi finalità la sua opera.

“Così dice l’Eterno: «Il savio non si glori della sua sapienza, il forte non si glori della sua forza, il ricco non si glori della sua ricchezza. Ma chi si gloria si glori di questo: di aver senno e di conoscere me, che sono l’Eterno, che esercita la benignità, il diritto e la giustizia sulla terra; poiché mi compiaccio in queste cose», dice l’Eterno.”

Geremia 9:23-24

 

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*