Giovani : Servi a Dio fino a che punto?

Silvia Alvarenga

  • 15
  • Set
  • 2014

Giovani : Servi a Dio fino a che punto?

  • 15
  • Set
  • 2014

Amo servire a Dio, amo gradirlo, amo rinunciare alla mia volontà in favore alla sua opera, è un privilegio!

È un piacere! È l’obiettivo della mia vita! Non mi immagino con un’altra ambizione personale.

So che molte giovani hanno questa vocazione, questo fuoco che brucia dentro di loro..

Ma come posso servire a Dio? Può sembrare banale ma la prima condizione per servire a Dio è diventare servo.
Cos’è un servo?
Il servo era qualcuno che veniva acquistato da qualcun altro, veniva trattato come una merce. L’unica importanza del servo era il suo servizio, la sua utilità.
Il servo non aveva patrimonio personale, tutto era del suo signore.
Il servo non aveva indipendenza ne libertà, lui si limitava a fare la volontà del suo signore.
La sua vita era insignificante paragonata a quella del suo servo. Poco importava la volontà del servo, non valeva niente, l’importante era la volontà del suo signore.
Il servo mangiava solo quello che il suo signore gli dava e non poteva lamentarsi.
Il servo dormiva le ore che il suo padrone gli concedeva, appena il necessario per continuare il suo lavoro in maniera efficiente. I vestiti del servo coprivano il suo corpo e lo identificavano che era un servo.
Per il servo non esisteva “brutto tempo”, se c’era il sole o pioveva, facendo freddo o caldo lui serviva.

Le ragioni per cui un servo serviva era per imposizione,paura, rispetto, sopravvivenza, ecc..
Ma il servo di Dio non è un servo per imposizione, al contrario per diventare servo di Dio, questo deve diventare servo e credetemi non è facile.
Sarebbe più facile se ci obbligassero a negare le nostre volontà ma Dio non farà mai questo.
Servire è così onorevole che Dio essendo il Signore ci ha serviti per prima! Solamente la persona egoista e orgogliosa vede disprezzo nel servire.

Veda se realmente sei serva:
– Quando fai qualcosa per Dio aspetti riconoscimento,approvazione, ringraziamento per il tuo servizio?
– Quando sorgono imprevisti, pensi di avere il diritto di lamentarti, rifiutare di servire?
– Quando riprendono il tuo modo di vestire, pensi che tu abbia il diritto di scegliere?

Se le tue risposte sono “si” allora sei serva.. Di te stessa! Non di Dio.
Dio non obbliga nessuno a servirlo. La persona che vuole servire Dio, vuole diventare serva, abdica dalle sue volontà, desideri, materialismo, necessità, infine tutto! Abdicare di tutto!
Rinunciare alla propria vita, collocando il Signore sopra ogni cosa, questo significa Servire a Dio.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*