Giovani : “Felici per sempre…” Sarà?

Silvia Alvarenga

  • 14
  • Apr
  • 2015

Giovani : “Felici per sempre…” Sarà?

  • 14
  • Apr
  • 2015

Una delle grandi difficoltà che vedo in alcune ragazze di consegnarsi totalmente a Dio, è il mito del “felici per sempre”.

Fin da piccole, ascoltiamo storielle che cominciano con un “C’era una volta…”, dopo vengono problemi, malintesi, ingiustizie, lotte, suspense, emozione, romance…., e finiscono sempre con un “felici per sempre….”, non si sa più niente, finisce lì l’episodio con una felicità estrema e costante.

In particolare credo che queste storie ci hanno influenzato più del dovuto. Quando prendiamo la decisione di consegnare la nostra vita a Dio, assumiamo automaticamente che “C’era una volta… una bambina/ragazza che ha sempre sofferto molto, passò per molte difficoltà nella vita ma c’è stato un giorno che la Verità della Parola di Dio e.. visse felice per sempre…”

Ma questo non esiste nella realtà!

Ed è molto importante che capisca! Quando decidiamo di assumere la nostra fede, passiamo per difficoltà, persecuzioni, problemi.. e dopo che vinciamo tutto questo, passeremo per altri situazioni più difficili.
E anche quando la persona riceve lo Spirito Santo, non è arrivato ancora il “felici per sempre….” :)

Verranno tentazioni, più difficoltà, conflitti interiori (Veda l’esempio della tentazione di Gesù).

Quante ragazze si perdono perché al pensare che stanno bene, si sono già liberate, si sono battezzate nelle acque, ecc., possono già riposarsi…?! Sembra che ha smesso di esistere il diavolo e i suoi demoni, sembra che ha smesso di esistere la tentazione e il peccato. Pensieri imprudenti, stolti e molte volte fatale.

Quindi viene la domanda: “Quando potrò riposarmi, “abbassare la guardia”, riposare un po’?
Non in questa vita!

Il fatto di sentirmi bene non vuol dire che io sia davvero salva, c’è da valutare.

Non possiamo modellare la nostra vita come se seguissimo una storiella di bambini, abbiamo bisogno di essere Donne di Dio, Donne Guerriere!

Dio è chiamato “Signore degli Eserciti”, perché sarà?!

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*