Giovani: Indefinita

Silvia Alvarenga

  • 20
  • Ott
  • 2014

Giovani : Indefinita

  • 20
  • Ott
  • 2014

“Non so chi sono”. Questa é la risposta che molti giovani danno alla domanda: “chi sei tu?”

Mi ricordo di un avvenimento, quando ancora ero piccola, stavo disegnando e una vicina mi disse che disegnavo molto bene, che ero un’artista!

Io, molto soddisfatta di questo elogio, ho creduto! Fino ad allora, disegnavo solo per passatempo. Ma dopo quella parola ho iniziato a prendere sul serio questo hobby, mi sono impegnata per migliorare. E ovviamente, quando mi domandavano cosa volessi fare da grande, io rispondevo: Disegnatrice! Fino a quando, a scuola, ho ascoltato un commento che criticava un disegno che avevo fatto. Ero delusa con quelle parole e presto il mio obiettivo di diventare disegnatrice andò in frantumi. Non sapevo più cosa volevo diventare, nemmeno quale fosse il mio talento.
Una parola può influenzare ma credere in quella parola può cambiare tutto.

La verità é che noi saremo ciò che noi crederemo di diventare. E quando crediamo, mettiamo tutta la nostra forza e diventiamo il tipo di persona che immaginiamo.

Quante volte ti sei sentito incapace perché qualcuno ti ha detto che non eri capace? Tu ci hai creduto.
Quante volte in una situazione difficile ti hanno detto che ce l’avresti fatta, e tu senza sapere come, sei riuscito a farcela? Tu hai creduto in quelle parole.

Durante il giorno, ascoltiamo tante parole che non possiamo evitare di sentire come: elogi, critiche, approvazioni, ecc. ma abbiamo sì il potere di credere o meno in quelle parole.

Quando crediamo alle parole agiamo come se quella parola fosse vera.
Mi ricordo, quando ho iniziato nella Forza Giovane, ero molto timida. Parlare in pubblico era terrorizzante, ma io ho creduto in una parola che fino ad oggi mi aiuta a superare qualsiasi difficoltà:

“Perché io, l’Eterno, il tuo Dio, son quegli che ti prendo per la mia man destra e ti dico: “Non temere, io t’aiuto!” (Isaia 41:13)

Lui mi disse che mi avrebbe aiutata! Non ha detto che avrebbe fatto tutto per me, ossia, sono io che devo sfidarmi, io devo voler lanciarmi, io devo conoscermi, io devo voler DEFINIRMI.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*