Giovani : Giovane amata

Silvia Alvarenga

  • 17
  • Nov
  • 2014

Giovani : Giovane amata

  • 17
  • Nov
  • 2014

Quante volte facciamo qualcosa per qualcuno con l’intenzione di fare il bene e questo qualcuno non riconosce e ancora dice che agiamo esattamente il contrario?!

E’ già accaduto con me, e vi spiegherò perchè è successo con me.

Ogni essere umano ha una necessità dell’anima: essere capito.
Quando la persona è capita da qualcuno, ossia, quando qualcuno la capisce, questa si sente amata!
Pensa a tutte le volte nelle quali ti sei sentita più amata. Che cosa ha fatto quella persona per sentirsi così? Ci hai già pensato?
Eh già, con un’altra persona hanno fatto diversamente perché lei si senta amata. Lei ha ricevuto amore, attenzione, affetto in modo diverso.

Per esempio:
Per me il linguaggio dell’amore è SFIDA. Per me, se qualcuno mi sfida io penso che sta credendo in me, crede che posso andare oltre.
Mi ricordo di un episodio particolare nel quale mi sono sentita molto amata: Dovevo avere 5 anni e avevo ricevuto una bicicletta. Aveva delle ruote dietro perché io non cada. Andavo molto in quella bicicletta fino a che un giorno mio padre mi disse: “togliamo le ruote dietro”  Alcune persone hanno anche detto di “no! Lei è ancora molto piccola, cadrà e avrà paura; non sa andare senza la ruote” e mio padre rivoltato disse: “Non sa, impara! Perché lei non può imparare? Perché la state limitando? Lei andrà senza le ruote!”
Bene, so che in quello stesso giorno mio padre ha tolte le ruote della mia bicicletta e nonostante i miei capricci (pensavo che non sarei riuscia ad andare senza queste) mio padre mi ha obbligata a salire in bici e andare…. E ci sono riuscita! Ero soddisfatta con me stessa, ho imparato che potevo superarmi! Mi sono sentita amata! Qualcuno credeva che io potevo ed ho potuto.

Da quel momento mi sono sentita amata, quando c’erano professori che mi incoraggiavano e credevano che potevo essere la migliore alunna, quando qualcuno si confidava con me raccontandomi cose personali, quando mi davano sfide e problemi da risolvere.
È stato ciò che Gesù fece con me! Lui ha creduto in me quando io non credevo. Lui mi ha messo in situazioni che nemmeno pensavo che avrei superato, mi ha dato sfide che mi hanno fatto avere un’altra visione delle cose! Lui mi ha conquistato parlando il mio linguaggio, con Lui mi sento amata.

Per mia sorpresa, alcune volte volevo la stessa cosa con un’altra persona che mi piaceva molto, ma lei non lo vedeva della stessa forma. Vedeva che ero egoista con lei, usandala, mettendo pesi sopra di lei, facendola sentire frustata, non ricevendo l’amore che stavo dimostrando. Quest’attitudine d’amore da parte mia non era il  linguaggio d’amore di questa persona. Ma tardi mi sono resa conto che per lei una dimostrazione d’amore era parlare.

Ci sono persone che si sentono amate ricevendo regali, quando escono insieme, quando parlano tante ore, quando ricevono abbracci e baci, per essere capiti appena con uno sguardo ecc.

Ogni persona si sente capita/amata in maniera diversa.
E quando la persona è capita da Dio,  non si importa di essere capita dalle persone.
Al contrario, lei vuole capire, dare amore indipendentemente se si è corrisposti o meno.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*