Fare discepoli

Silvia Alvarenga

  • 18
  • Ago
  • 2014

Fare discepoli

  • 18
  • Ago
  • 2014

É così bello essere protette. Qualcuno che ci osserva e vede ciò che abbiamo bisogno di migliorare, ci da un “feedback” di chi siamo, ci orienta e ci insegna il cammino che dobbiamo seguire.

É un privilegio essere discepola di Gesù. Essere come Lui è e conoscerLo ogni giorno un po’ di più.
Ma non tutti sono beneficiati con questo onore. Perché?

Dopo aver messo dell’acqua in una bacinella, cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui era cinto. Venne dunque a Simon Pietro. Ed egli gli disse: «Signore tu lavi i piedi a me?». Gesù rispose e gli disse: «Quello che io faccio, ora non lo comprendi, ma lo comprenderai dopo». Pietro gli disse: «Tu non mi laverai mai i piedi». (Giovanni 13:5-8)

Perché Gesù voleva lavare i piedi? Perché non un servo qualunque? E perché Pietro non voleva che Gesù  gli lavasse i piedi?

Era un’usanza in Israele, quando si riceveva qualcuno a casa, il padrone salutava l’invitato e gli offriva una ciotola con acqua e un servo perché gli lavasse i piedi. La calzatura, in quell’epoca, era aperta, che permetteva, con facilità, che la polvere entrasse in contatto con i piedi. Ovunque andavano, i piedi raccoglievano la sporcizia di quel luogo.
Era un atto di educazione e igiene lavare i piedi prima di sedersi a tavola.

Viviamo in un mondo impolverato dalla malizia, violenza, egoismo e orgoglio.      I nostri “piedi” (il nostro interiore) sono soggetti al rancore, ai complessi, alla timidezza, alla paura, ecc.
E Gesù è diventato SERVO perché Lui stesso ci pulisca. Lui stesso vuole prendersi cura di te. Ma ovvio, Lui si prenderà cura, solo se noi lo lasciamo. Se saremo umili per riconoscere che abbiamo bisogno, e coraggiosi, per accettare, con gratitudine, questa cura.
Pietro non ha visto l’opportunità che stava avendo fino a che Gesù ha detto chiaramente:
– Gesù gli rispose: «Se non ti lavo, non avrai nessuna parte con me».

E, purtroppo, è così che perdi opportunità inestimabili.
SERVI(E) inviate da Dio per insegnarti, rimproverarti, pulire la sporcizia che il mondo ti ha causato, e tu disprezzi! Non vuoi riconoscere che hai bisogno di essere lavata e, a causa di questo, finisci per lasciare di essere Discepola di Gesù per essere Signora dei tuoi complessi, paure e orgoglio.

Ma coloro che decisono di ascoltare, e sottomettersi, diventano più vicine a Dio, si puliscono e migliorano ogni giorno. Sono curate dal proprio Dio!

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*