Collaboratrice “Caino”

Luísa Texeira

  • 7
  • Mag
  • 2015

Collaboratrice “Caino”

  • 7
  • Mag
  • 2015

Ho letto quasi tutti i commenti che avete fatto sul Post di settimana scorsa, nel quale parlavo della più grande schiavitù che esiste: IL SENTIMENTO, e purtroppo ho capito che anche davanti a ciò che é stato menzionato, esistono ancora molte persone che non capiscono il modo di essere libere da questa prigione emozionale.

Ad esempio, questa settimana mi sono incontrata con una Collaboratrice che stava affrontando una situazione nella quale si vedeva completamente controllata dai suoi sentimenti. E la cosa peggiore é che questo stava creando radici profonde dentro di sé, che hanno influenzato naturalmente il suo comportamento e, di conseguenza, tutte le aree della sua vita sono state colpite. Tutto perché é stata influenzata da commenti maliziosi e ha iniziato a guardare a coloro che l’avvertivano del suo stato, con occhi contrari alle fede. Il suo interiore era caricato e il suo sembiante pesante, poiché é in questo modo che é la nostra vita quando diamo ascolto a ciò che non ci conviene.

Porto questi esempi, non per criticare o per esporre chiunque, anche perché non cito nomi, ma perché sia ben chiaro come siamo quando permettiamo che il cuore parli più alto.

Mi piacerebbe che pensassi in quello che menzionerò ora su quello che Dio disse a Caino. Questa “storia” é antica, ma si ripite nei nostri giorni e purtroppo nel nostro mezzo. Tuttavia, l’orientamento di Dio é perfetta e non manca. Quando la seguiamo con la Fede Intelligente, ci permette di essere liberi dal peccato.

Vedi cosa c’é scritto in Genesi 4:6,7

Allora l’Eterno disse a Caino: «Perché sei tu irritato e perché è il tuo volto abbattuto?

Quando siamo piene di “sentimenti” dentro di noi, qual é la nostra tendenza? Essere più aggressive, impulsive, di mal umore, giù, con il sembiante letteralmente caduto.
E’ o non é vero?

Ma osserva la VISIONE del nostro Dio:

Se fai bene non sarai tu accettato? Ma se fai male, il peccato sta spiandoti alla porta e i suoi desideri sono volti a te; ma tu lo devi dominare».

La verità é che agiamo bene, e questo non implica essere caritatevoli o “buone”, ma soprattutto agire con giustizia, con ragione e non con i sentimenti che ci fanno solo peccare, allora saremo accettate da Dio e dagli uomini in modo naturale. E ancora una volta é rafforzato che tutti i giorni e ogni momento, i sentimenti sono alla porta ma sta a me dominarli.

Voglio che tu sappia che questo orientamento di Dio, é stata ed  é nella mia vita come una tromba che suona allerta sempre che i sentimenti hanno intenzione di sfiorare.

Fai attenzione affinché tu non sia una Collboratrice Caino, lasciandoti trascinare dal tui “io” al punto di non esserci soluzione per il tuo stato spirituale, anche dentro l’Opera viva, come Caino.

Cosa hai da dire del Post di oggi? Ti sei già vista così, senza riuscire a dominare i tuoi istinti?

Série: Opera di Dio

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*