2° Giorno | Come sorge la caduta?

Viviane Freitas

  • 26
  • Gen
  • 2018

2° Giorno | Come sorge la caduta?

  • 26
  • Gen
  • 2018

2ºGiorno |  26 Gennaio | Venerdì 

Tema: Come sorge la caduta?

Come sorge la caduta? È la domanda del giorno di oggi del Digiuno e puoi seguire nel libro di Genesi, capitolo 3, versetto 6:

La donna osservò che l’albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l’albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò.

Allora si aprirono gli occhi ad entrambi e s’accorsero che erano nudi; unirono delle foglie di fico e se ne fecero delle cinture.

Bene, la prima cosa che mi piacerebbe dirvi: come sorge la caduta?

La caduta inizia con una curiosità, anche se il diavolo dà un’idea che contraria la Parola di Dio ma tu usi questa curiosità, questa sua idea e inizi a prestare attenzione così come è successo con la donna “La donna osservò”, noti che l’idea è arrivata dal diavolo? “La donna osservò che l’albero era buono per nutrirsi”.

Prima non l’aveva notato che era buono da mangiare ma ora iniziò ad essere desideroso, quell’albero era desiderato e bello da vedere.

Quante cose ai tuoi occhi sono piacevoli, non è vero?

Quante volte ti piace, per esempio: ami lavorare e investi il tuo tempo nel tuo lavoro, questo è piacevole ai tuoi occhi e quando meno te l’aspetti, quando guardi dentro di te: noti che sei debole, che non sei definita, sei debole spiritualmente parlando, perché? Perché metti tutte le tue forze in quello che è piacevole ai tuoi occhi, desideri avere più soldi, desideri di avere più opportunità. All’inizio lavori, gradisci tizio e caio, fai con tutto il tuo cuore quello che tanto desideri, perché? Perché desideri questo.

E desiderando investi il tuo tempo ma dall’altra parte quando guardi il lato spirituale, mentre desideri la parte materiale, della tua volontà inizi a non interessarti alle cose di Dio, l’opposto.

Guarda: “La donna osservò che l’albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l’albero era desiderabile per acquistare conoscenza..”

Guarda: “Se hai conoscenza, hai forza e potere, avrai la stessa opportunità che Dio ha” vi sto dicendo le opportunità che il diavolo ti sta mostrando: lavorando e investendo tempo, il tuo stipendio aumenta, diventi il cocco del capo, ti da più benefici infine investi in quello – parallelo a questo, nel lato spirituale non investi perché ti concentri in quello che è piacevole ai tuoi occhi. Non è vero?

La caduta inizia a vedere opportunità in quello che (forse) ti toglierà la concentrazione.

Forse frequenti l’università e ti impegni, arrivi tardi, studi, metti tutta la forza.. quando arrivi all’Università, sei single e c’è un ragazzo moderno, bello e in chiesa non vedi ragazzi belli e moderni.. forse lo vedi in questo modo e “investirò nel mio futuro, mentre investo nel mio futuro, arrivo nell’ambiente dell’università, c’è questo ragazzo che è piacevole ai miei occhi, e scambiamo gli sguardi, lo guardo, sorrido, sto attenta a lui” e così la parte spirituale rimane da parte.

Vedi che le cose piacevoli agli occhi può prendere ognuno di noi perché noi abbiamo gli occhi, è non è vero? Noi abbiamo gli occhi e gli occhi ci informano di quello che possiamo guadagnare più potere, in altre parole, nella conoscenza sarebbe potere. Eva sta vedendo un’opportunità di più potere: “prese del frutto”, non ci pensò due volte, la Parola di Dio in questo momento che cosa accade? Che cosa Dio aveva detto? Lei non si importò di quello che Dio aveva detto perché stava investendo tempo, i suoi occhi stavano investendo in quello che per lei era piacevole, lei non disse così: “No, non farò questo perché Dio l’ha detto” no!

A lei è piaciuto quello che era piacevole ai suoi occhi. Quindi; “prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi ad entrambi e s’accorsero che erano nudi.”

Prima di commettere l’errore non hanno ragionato, vedi come hai bisogno di usare la fede intelligente? La fede intelligente ci richiede di ragionare perché l’anima può desiderare ciò che vuole, ma quando mi sottometto a quello che ragiono, che è corretto, che è giusto, allora prendo la giusta attitudine: “Allora si aprirono gli occhi ad entrambi e s’accorsero che erano nudi”

Abbiamo letto ieri che loro non sapevano di essere nudi ma ora si sono visti nudi e “unirono delle foglie di fico e se ne fecero delle cinture.” Interessante questo! “e se ne fecero delle cinture.”

Non è questo che accade? Quante persone si sono escluse dalla famiglia per conto di quello che ha pensato a rispetto, lei si è esclusa perché fece ciò che è sbagliato, lei mentì, lei ingannò, perché fare per sé è creare un modo per “risolvere” il problema che hai sollevato per quello che è successo. Quante persone sono diventate: maleducate, vivono con rancore, vivono nel passato, “e se ne fecero delle cinture.” In altre parole, si sono gradite di certe cose e ora stanno creando per sé un modo per proteggersi dagli errori commessi e molte volte si credono vittime e cosa succede? Quando ti credi una vittima, non odi il peccato, alimenti le tue ragioni.. ricordi che il diavolo diede le sue ragioni? Ricordi di ieri?

Dobbiamo stare attenti con le sue ragioni! Perché le sue ragioni stanno sempre alimentando le emozioni, la carne, i sentimenti di vittima.

Stai attenta mia amica internauta.

Valuta ciò che stai facendo per te, che cosa stai creando con un modo di scappare, di fuggire? Di proteggerti da quello che hai scoperto, dell’errore che hai commesso..

Bene, tocca a voi ora! Che lo Spirito riveli e che tu sia libera con la Verità perché la Verità ci libera!

A domani.

Lascia un messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*